Detrazioni dell’affitto di casa dal modello 730

Scritto da

Data

8 Agosto 2017

Categoria

News

La detrazione dell’affitto di casa dal modello 730: una guida pratica

 

Detrazioni dall'affitto di casa dal 730

 

Sia per coloro che utilizzano il modello precompilato che per quanti hanno deciso di utilizzare quello tradizionale, i dubbi riguardo agli sgravi proposti a coloro che presenteranno il modello 730 sono molteplici.

 

 

Tra questi, spicca il rimborso per il canone di affitto pagato: se è vero che i requisiti e le soglie sono differenti, è anche vero che bisogna imparare a leggere i diversi dati, in modo da non avere brutte sorprese in busta paga.

 

 

 

 

Quali sono le categorie interessate

 

Detrazione dell'affitto dal modello 730Diverse le categorie che, stando a quanto emanato dal legislatore, possono richiedere di detrarre l’affitto di casa dal modello 730. In primo luogo, le detrazioni per inquilini a basso redditto, che potranno ricevere detrazioni Irpef pari a 300 euro per redditi non superiori a 15.493,71 euro e 150 euro per redditi compresi tra 15.493,71 euro e 30.987,41 euro.

Seguono poi i lavoratori dipendenti che trasferiscono la loro residenza per motivi di lavoro: a questi spetta infatti una detrazione di 991, 60 euro per redditi inferiori a 15.493,71 euro e di 495,80 euro per redditi superiori a 15.493,71 euro ma inferiori a 30.987,41 euro.
Una categoria molto discussa è quella dei giovani lavoratori: anche per loro arriva una detrazione pari a 961, 60 euro se il reddito non supera i 14. 493, 70 euro.

 

 

La detrazione per giovani tra i 20 e 30 anni è valida per coloro che lasciano il nucleo familiare di origine e trasferiscono altrove la loro residenza. Sempre a proposito di giovani: gli studenti universitari che non lasciano il nucleo familiare e non si trovano nella condizione di studenti lavoratori hanno diritto ad una detrazione Irpef del 19% su un importo non superiore a 2.633 euro.

 

 

Come inoltrare richiesta

 

Per fare richiesta per le detrazioni elencate sarà sufficiente allegare copia del contratto di affitto al modello inviato. Il contratto sarà valido solo se saranno presenti i dati dell’intestatario dell’affitto, la data di stipula e la data di registrazione presso l’agenzia delle entrate.

 

Print This Post

Condividi

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi