Spread sui mutui favorevoli sostengono il mercato immobiliare

Fabio Frascella

Scritto da

Data

18 Dicembre 2018

Categoria

News

Spread sui mutui favorevoli sostengono il mercato immobiliare. La stagnazione e il calo dei prezzi al mq degli immobili favoriscono i tassi mutui, i quali stanno contribuendo al recupero progressivo del settore compravendite immobiliari.

Andamento spread mutui: minimi storici 

La media trimestrale dei migliori spread si è confermata nel periodo considerato allo 0,7% per mutui a tasso variabile e a valori molto prossimi allo zero per i mutui a tasso fisso.

Una ripresa delle erogazioni per acquisto casa con conseguente crescita del mercato dei mutui determina un’accelerazione del comparto delle compravendite immobiliari.

La crescita del canale online la cui crescita, ormai costante da oltre 18 mesi, ha raggiunto il 58% del totale delle erogazioni nel terzo trimestre del 2018.

Nel secondo trimestre 2018 si registra un incremento dei nuovi flussi di mutui erogati pari al +8,5%, con una importante  inversione della tendenza di contrazione rilevata nei precedenti quattro trimestri.

 

Spread sui mutuo e mercato immobiliare

Lieve ripresa del prezzi al mq degli immobili

Anche l’agenzia delle Entrate conferma una progressiva accelerazione del comparto compravendite immobiliari.

Rispetto al 2017 la crescita si stabilizza al +5,6% nel terzo trimestre 2018.

Il mercato immobiliare quindi conferma la sua espansione per il quarto anno consecutivo, processo favorito anche da valori di mercato ancora appetibili.

I prezzi al mq degli immobili, nel terzo trimestre 2018 hanno fatto segnare un aumento pari al +0,8%.

Questo dato rappresenta il primo andamento positivo dal 2011 e sposta ulteriormente i valori lontani dai livelli pre-crisi.

Un’analisi delle compravendite immobiliari fa emergere una ripresa del prezzo/mq, con un rialzo del +3,8% favorito soprattutto dagli immobili nuovi.

I prezzi al mq degli immobili segna sempre un valore positivo, ma decisamente meno marcato (+0,8%) per il mercato degli immobili usati.

Stefano Magnolfi, Executive Director Crif Real Estate Services afferma:  “Il mercato residenziale italiano sta cercando di intraprendere la strada della ripresa non solo sul fronte del numero di transazioni effettuate ma anche con riferimento ai prezzi, sebbene i rialzi di questi ultimi siano concentrati soprattutto sul segmento del nuovo, sinonimo di una qualità migliore rispetto immobili usati. Una qualità che oramai è pressoché imprescindibile per le esigenze di una domanda sempre più selettiva, soprattutto in termini di efficientamento energetico”.

 

Condividi

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi